fbpx

Rete Agenti

post
Rete Agenti

La Rete Agenti nelle PMI

E’ possibile spendere 20.000 euro di cataloghi cartacei per gli Agenti di Commercio nel 2014????? In molti casi è inevitabile, ma in altri forse è più semplice metterli sulla rete (Web) e con le e-mail diffondere un banale link da cui tutti possono visionarli. Oramai i PC sono molto diffusi, ed i nuovi Smartphone Iphone e tutti gli Android possono svolgere agevolmente questa funzione anche in mobilità.

Basta soffermarsi su questo dato: 37 milioni di Smartphone in Italia.

Purtroppo vedo molti Agenti di Commercio che trascinano decine di cataloghi cartacei, come novelli studenti fuori delle scuole con gli zainetti stracolmi, perché la carta è più bella, si tocca e rende subito l’idea del prodotto.

Vero, ma provate a mettere in PDF il vostro catalogo e renderlo sfogliabile con un sol dito sullo iPad che presentate al vostro potenziale cliente. Forse all’inizio vi dirà, se è una persona avanti con gli anni, che è abituato alla carta, ma appena lo proverà e lo sfoglierà, si entusiasmerà. La semplicità disarmante dello iPad lo coinvolgerà. Ora con un dito, sfiora e legge, come se fosse la carta.

L’abile Agente trasformerà subito questo entusiasmo del cliente concretizzandolo in un ordine che, prontamente invierà tramite e-mail alla propria azienda che, lo riceverà istantaneamente.

Come una volta si spendeva molto per una borsa da lavoro in pelle pregiata e per la prestigiosa penna di una marca “facilmente identificabile”, ora bisogna convertire questa ricerca dell’immagine, del prestigio ed anche della propria autogratificazione, in strumenti elettronici quali: iPhone, iPad, Smartphone ecc.

Valutate la potenza della tempestività della risposta che potete dare ai vostri clienti ed alla azienda, tramite un banale Smartphone. Oramai costano pochi euro.

Pensate a quanto si senta coccolato, accudito, presenziato, ed aiutato un vostro cliente se gli rispondete subito ad una sua e-mail di richiesta.

Certo sento anche dire da un mio amico che svolge il lavoro di agente di commercio, che le e-mail sono una rottura di scatole che rappresentano solo rogne e grattacapi da risolvere. Se è questo il punto di vista è chiaro che siamo lontani anni luce da un “vendita consigliata” dove si suggerisce e si guida il cliente per permettergli di ricavare il massimo profitto dalla vendita di quei prodotti che si rappresentano e si cerca di fargli ottenere la minima rimanenza, rispetto una “vendita hard” dove ho l’unico obiettivo di ingolfare il mio cliente di merce, e di riempirgli il magazzino, ma appena mi rivedrà, vorrà fucilarmi e di certo non gradirà istaurare un rapporto continuativo con l’agente di commercio.

Nel 2014 l’unico obiettivo deve essere “Continuità del rapporto commerciale”, non la singola mega vendita spot, ma far sì che il cliente ci veda come consulente della vendita, capace, posato, dotato di strumenti tecnici che elevino la sua professionalità e gli permettano di stare vicino al cliente.

Tutto questo il costo?

Pochi euro ed il “Cambiamento Mentale”.

Forse, è quest’ultimo ad avere il prezzo più elevato, ma i Competitors non stanno a guardare…

 

Da sottolineare che disinteressandosi delle “nuove tecnologie”, ovvero “facendolo come si è sempre fatto”, si lavora molto di più e quel che è peggio, si spende parecchio di più se non in soldi, in tempo ed inefficienza.

 

Un buon Temporary Manager avvalendosi della sua Consulenza Informatica accompagna il Cliente a questo passaggio.

Roberto Orciari

 

Consulenza Aziendale nelle Marche

Consulenza Informatica nelle Marche

Temporary Manager nelle Marche

 

 

Categorie

Articoli recenti

Commenti recenti